I Gufi Narranti - Intervista
scrittore noir italiano | libri thriller mozzafiato | scrittori gialli contemporanei

I Gufi Narranti - Intervista

Il Blog I Gufi Narranti - Intervista a Mauro Colajacomo

Abbiamo da poco recensito il volume edito della ROBIN edizioni: “Compromesso con l’assassino” e abbiamo il piacere di scambiare due parole con l’autore Mauro Colajacomo.

Ciao Mauro, grazie per aver accettato l’intervista, possiamo darci del tu?

Certamente.

La prima domanda è la più scontata veterinario tu e veterinario il protagonista, possiamo considerare, escludendo l’assassino, il romanzo in buona parte autobiografico?

Per molte parti introspettive ho effettivamente attinto alle mie esperienze, soprattutto quando ho raccontato del mio quotidiano in clinica, fra le difficoltà e le soddisfazioni di una professione che negli anni è diventata sempre più faticosa e complessa.

Cosa ti ha spinto a scrivere un romanzo così strutturato?

La trama del giallo, ispirata da una vicenda di cronaca, mi ha dato l’opportunità, pagina dopo pagina, di mettere per iscritto quel flusso di riflessioni che quotidianamente attraversano la mente, in particolare sull’amore, sulla solitudine e sul rapporto con gli altri.

Oltre ai tuoi studi medici ti interessi di filosofia?

Ogni uomo che si pone delle domande, che riflette sui temi dell’esistenza e sul senso della propria vita, di per se si interessa di filosofia. Sono affascinato da come questi argomenti sono stati affrontati dai pensatori antichi e moderni ed oltre alla loro lettura, a cui in realtà posso dedicare poco tempo rispetto a quello che riservo alle letture scientifiche e di aggiornamento, nei miei quotidiani spostamenti tra casa e lavoro mi piace ascoltare quello che sul web c’è a disposizione in forma di conferenze o di lezioni di filosofia. Trovo che il loro ascolto sia veramente una comoda opportunità di approfondimento.

La stesura della trama è rimasta come la immaginavi o hai dovuto cambiare in corso d’opera?

Il disegno iniziale, nato da una idea di mia moglie, a cui sono grato, è rimasto pressoché invariato.

Molti dettagli narrativi si sono sviluppati però in itinere, come accade forse più nella lettura di un romanzo che nella sua scrittura: è stato un aspetto divertente e non previsto di questa esperienza.

Ed infine a tuo giudizio c’è qualcosa che accomuna il mestiere di scrittore con quello di veterinario?

In realtà non saprei come definire il mestiere di scrittore: per quel che mi riguarda la scrittura è stata una bella esperienza creativa del tutto svincolata da aspetti commerciali o economici. E’ stata così piacevole che ho scritto un secondo romanzo che sarà a breve pubblicato sempre da ROBIN. Non nego però che l’indagine interiore che lo scrittore fa dei propri personaggi possa somigliare a quel pizzico di psicologia che aiuta il medico o il veterinario a meglio comprendere le patologie dei propri pazienti o dei loro animali.

Grazie a Mauro Colajacomo per la disponibilità e complimenti per il romanzo “Compromesso con l’assassino”.

Grazie a voi per l’attenzione riservatami.

 

Leggi l’articolo originale

Info
Print