Gazzettino di Sampierdarena
scrittore noir italiano | libri thriller mozzafiato | scrittori gialli contemporanei

Gazzettino di Sampierdarena

Gazzettino di Sampierdarena - Ottobre 2019

Tutti coloro che convivono con un animale a San Pier d’Arena (e non solo) conoscono almeno di fama il dottor Mauro Colajacomo (nella foto), sessantadue anni, direttore della clinica veterinaria Ponente, attiva da dodici anni in via Alfieri. L’intervista pubblicata sul numero di giugno 2017 aveva sondato la carriera professionale di questa personalità del Centro-Ovest, attiva sul nostro territorio da trentasette anni.
Ora però scopriamo che, come certi protagonisti romanzeschi, cela una seconda vita.

Dobbiamo infatti fare i conti con un Mauro Colajacomo autore di romanzi gialli. La sua opera d’esordio, Compromesso con l’assassino (Edizioni Robin) sta avendo un buon successo di critica e, anche, di pubblico. Pur essendo un romanzo ‘di nicchia’ non particolarmente pubblicizzato e di un autore esordiente, quest’estate ha avuto l’onore di essere presentato al Salone del Libro di Torino.

Il romanzo, che non è solo caratterizzato, come tutti i gialli, dalla ricerca dell’assassino, ma anche di una più profonda ricerca interiore nella vita dei due protagonisti, così diversi e eppure così attratti l’uno dall’altro, si vale di un espediente insolito: due, infatti, sono le voci narranti, quella di un veterinario non più giovane, ma neanche vecchio, in parte gratificato, in parte stressato dalla propria professione (figura nella quale potrebbe essere ravvisata una sorta di alter ego dell’autore) e quella di un uomo accusato di aver ucciso la moglie e fatto scomparire il suo corpo. La narrazione ha il suo punto focale nell’incontro-scontro tra i due protagonisti, psicologicamente antitetici l’uno all’altro ma accomunati dal male di vivere, dall’essere entrambi alla ricerca di altri orizzonti o forse, più semplicemente, di sé stessi, e dall’essere entrambi tormentati dall’amore, seppure in modi differenti.

L’occasione, nella trama di questo giallo dalla forte componente introspettiva e d’atmosfera, è data dal compromesso di cui ci parla il titolo, da intendersi nella sua ambiguità semantica, sia come atto giuridico propedeutico alla compravendita immobiliare che dovrà essere stipulata tra i due (il veterinario desidera infatti acquistare l’appartamentino con vista mare tra i tetti, di proprietà del presunto omicida, situato in un borgo marittimo di fantasia, Altana, su una delle isole dell’arcipelago toscano), sia come necessità di scendere a patti con l’altro per cercare un dialogo forse più con se stessi che con l’altro e trovare risposte agli enigmi dell’esistenza, di cui ogni giallo è, in fondo, una metafora.

Sulle tracce del mistero, alla ricerca dell’assassino il veterinario troverà anche risposte alle sue angosce esistenziali? Il testo, intrigante in tutti i suoi piani di lettura, invita ad essere seguito passo passo sino all’epilogo che, come in tutti i gialli di classe, sorprenderà il lettore.

Marco Bonetti

Info
Print